Protezione solare e “tintarella”

Cos’è l’SPF e da cosa ci deve proteggere

Quando scegliamo una protezione solare ci troviamo davanti ad un’infinità di prodotti: crema, latte, spray ed ad una ancora piu’ vasta scelta tra le molteplici marche.
Cio’ che è fondamentale per la nostra scelta e deve essere sempre riportato sulla confezione è il valore dell’SPF.

Ma cos’è? e cosa rappresenta?

SPF è l’acronimo inglese di Solar Protector Factor ( FATTORE DI PROTEZIONE SOLARE). È un valore che misura la capacità protettiva del prodotto verso i raggi UVB provenienti dal sole. Più precisamente è un numero che indica per quanto tempo la pelle può esporsi al sole prima che compaia un eritema solare.
Facciamo un esempio: Se una persona senza filtro solare può stare al sole senza scottarsi per 10 minuti, con un filtro solare a protezione 20 potrà stare al sole senza scottarsi per 200 minuti, (cioè 10 x 20.). Dopo questo tempo la protezione dovra’ essere riapplicata.
E’ buona norma comunque applicare la protezione solare in quantità sufficiente subito prima di esporsi al sole e riapplicarla generosamente ogni 2-3 ore, soprattutto dopo aver fatto il bagno, aver sudato o essersi asciugati.

A seconda del numero del SPF la protezione si divide in “bassa” (6; 10), “media” (15; 20; 25), “alta” (30;50), “molto alta” (50+). E’ importante sottolineare che l’utilizzo sulla confezione di un valore di SPF superiore a 50+ non indica una maggiore efficacia della protezione infatti un SPF superiore a 50 non accresce sostanzialmente la protezione dai raggi UV.

UVB e UVA

Il Fattore di Protezione Solare di cui abbiamo parlato misura la protezione dai raggi UVB, raggi molto energetici che provocano l’eritema e che rappresentano solo il 5% delle radiazioni UV.
Il restante 95% è rappresentato dai raggi UVA. A differenza degli UVB sono indolore e sono in grado di attraversare vetro e nuvole e di penetrare molto in profondità nella pelle, fino a raggiungere le cellule del derma.
Gli UVA sono i responsabili di fotoinvecchiamento, intolleranze solari, disturbi pigmentari e sviluppo di tumori della pelle.
E’ quindi fondamentale utilizzare sempre una protezione solare che riporti sulla confezione non solo il valore di SPF ma anche l’azione contro gli UVA rappresentata da un cerchio con all’interno la scritta UVA.

La legislazione in merito prevede che il valore minimo di protezione UVA sia almeno di 1/3 rispetto all’SPF.

Scopri alcune delle nostre offerte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *